Home / Senza categoria / TRENI, LA LINEA S9 SARA’ PROLUNGATA AD ABBIATEGRASSO?

TRENI, LA LINEA S9 SARA’ PROLUNGATA AD ABBIATEGRASSO?

Articolo del
Condividi:

Il tema dei trasporti è uno dei più attuali nel nostro territorio. Per questo va accolta con un certo interesse la notizia della progettazione del raddoppio della ferrovia Milano-Mortara da Albairate/Vermezzo fino alla periferia est di Abbiategrasso, in località Annunciata, dove potrebbe essere creato agevolmente un parcheggio di interscambio strada-rotaia. Si tratta di un progetto del costo stimato in circa due milioni di euro, raddoppiando in pratica l’attuale linea da Albairate/Vermezzo fino ai confini dell’abitato di Abbiategrasso, in un punto da dove potrebbe avere inizio il raddoppio della ferrovia verso Mortara rinunciando al faraonico progetto di un tempo che prevedeva l’interramento dei binari e la creazione di una nuova stazione in sotterranea per Abbiategrasso, come fu fatto a suo tempo per Busto Arsizio sulla Milano-Malpensa aeroporto. Rete Ferroviaria Italiana e il Governatore della Lombardia Fontana hanno ritenuto il progetto presentato dal Movimento 5 Stelle come prioritario e lo studio di fattibilità dell’opera è previsto che sia pronto entro maggio del 2020. Il progetto è stato già presentato anche al Ministro dei Trasporti Toninelli ed è stato ritenuto dai promotori – che lo hanno illustrato in una conferenza stampa svoltasi ad Abbiategrasso – da preferire alla superstrada Vigevano-Malpensa. Questa soluzione, stando ai promotori del progetto, oltre ad essere utile ai tanti pendolari che usufruiscono quotidianamente del trasporto ferroviario, contribuirebbe anche allo sviluppo economico del territorio. In questo modo i residenti ad Abbiategrasso e nei dintorni potrebbero usufruire di ben tre linee per raggiungere il capoluogo lombardo: i bus della STAV e le linee ferroviarie Mortara-Milano (con attuale capolinea a Milano Porta Genova e in futuro a Milano San Cristoforo oppure a Milano Rogoredo) e S9 (Abbiategrasso-Milano Greco Pirelli-Saronno). I promotori del progetto hanno dichiarato che il progetto di fattibilità dell’opera è già finanziato e la sua realizzazione, come detto, potrebbe avere un costo limitato a soli 2 milioni di euro: hanno annunciato infine che continueranno a monitorare la situazione nel rispetto dei tempi prestabiliti, chiedendo anche al Ministero delle Infrastrutture che vengano tolte risorse destinate ad altre opere, giudicate inutili dai promotori, per finanziare anche il raddoppio della Milano-Mortara.

G. M.

Torna