Home / Approfondimenti / COSA FARE QUANDO SI HA UN CUCCIOLO?

COSA FARE QUANDO SI HA UN CUCCIOLO?

Articolo del
Condividi:

Allora partiamo dal presupposto di smentire fin da subito una leggenda metropolitana portata avanti da veterinari che poco ne capiscono di comportamento. Dando per scontato che dovremmo aver portato a casa il nostro cucciolo non prima dei 60 giorni (è un obbligo dettato dalla legge, prima dei 60 gg il cucciolo deve stare con la mamma e fratelli/sorelle), quindi se vi propongono cuccioli prima dei 60 giorni non prendeteli, è importante, come detto nell’articolo precedente, preparare i luoghi di riposo, la zona pappa e la zona gioco e mettere subito in chiaro con il cucciolo quello che può fare e quello no. Ma sopratutto di iniziare fin da subito a portarlo fuori per piccoli tratti, ma di farlo uscire. Alcuni veterinari vietano l’uscita del cucciolo prima del completamento delle vaccinazioni, invece è importante portarlo fuori fin da subito, stando soltanto attenti a non farli mangiare cacche di altri cani e di farlo stare a contatto soltanto con cani di cui siamo sicuri siano vaccinati (quindi ovviamente NO AREE CANI).  Io personalmente consiglio di far salire il cane su divano o letto soltanto se poi lo farete salire per sempre, e non che appena crescerà lo punirete se salirà, quindi siate chiari e onesti con lui fin da subito. Per quanto riguarda i bisogni, dovrete avere pazienza, un cucciolo di 60gg fa ancora fatica a trattenere la pipi e la cacca, non perché voglia farvi i dispetti e sporcarvi tutta casa, ma perché non ha ancora il controllo dello sfintere..

Quindi la cosa importante è non usare traversine, in quanto per me sono delle cose inutili, ma nel caso limitare una parte da casa, anche semplicemente con un recinto o un cancellino, nel quale anche se il cane sporca non fa grossi danni, e cercare di portarlo fuori più volte al giorno per brevi tragitti, ma sopratutto appena sveglio, subito dopo che beve e mangia.

Altra cosa molto importante è farli conoscere piano piano più cose possibili, in modo che crescendo non abbia grosse paure o difficoltà, e che cresca con maggior competenze che lo possano aiutare in futuro. Anche il rapporto con i cani è fondamentale, quindi consiglio di partecipare a Puppy class ( ne parlerò più dettagliatamente nei prossimi articoli), nel quale ci siano altri cuccioli e nel quale il cucciolo possa fare esperienze utili e importante, il tutto controllato da un educatore cinofilo, e di farlo rapportare all’esterno con il maggior numero di cani e di razze diverse, ovviamente tutelando il cane senza metterlo in difficoltà. Più cose conoscere il cane in tenera età, più sarà pronto alla vita caotica e frenetica piena di rumori e stimoli che lo aspetterà il futuro.

Anche oggetti o cose che possono sembrare stupide, in realtà non lo sono. Basta pensare al rumore dei motorini, alle biciclette, aspirapolvere, scopa, carrozzine e tante altre cose che possono spaventare un cucciolo. Importante fare tranche brevi, in quanto un cucciolo ha poca resistenza, quindi meglio iniziare poco a poco, e mano a mano aumentare sempre di più il tempo di resistenza. 

Detto questo, non c’è altro da sapere, l’importante è far fare il cane a qualsiasi cane esso sia, grande/piccolo, di razza e non, e farli vivere la natura insieme a noi, e farli scoprire il mondo e tutte le sue bellezze..

Anzi direi è il momento di viverci il nostro cane in tutto e per tutto ( ma non esagerate, ricordatevi sempre che è un cane, e preferirà 100 volte una corsa in campagna o al mare, che 2 ore in giro per centri commerciali.

Alla prossima settimana con un nuovo ed interessante argomento.

 

Torna